L’ ANGOLO DELL’ HR – Come scrivere un buon CV

Il curriculum è il primo mezzo attraverso cui il candidato entra in contatto con l’azienda ed è anche il primo strumento che ha a disposizione per farsi notare rispetto ad altri ed essere chiamato a colloquio.

 

Ma cosa si aspetta un HR, leggendo un curriculum? Cosa vorrebbe trovare e cosa, invece, preferirebbe non leggere?

Il cv deve essere chiaro, sintetico, essenziale ma esaustivo.

 

 

#1 Quale formato?

Contrariamente a ciò che si pensa, vi sconsigliamo di usare il formato standard del Curriculum Europeo, che spesso risulta troppo dettagliato e dispersivo.
Puntate su un formato personalizzato, con una grafica accattivante e una struttura originale: se vi candidate per una posizione creativa, oltretutto, potrà fungere da vera e propria presentazione delle vostre capacità in quel campo.

 

#2 Dividete le informazioni in blocchi tematici

Dati anagrafici, recapiti (incluso profilo LinkedIn o un eventuale blog o sito personale che abbia attinenza con la vostra attività), percorso di studi e esperienze lavorative sono i punti principali.
Queste ultime non devono essere esposte in modo troppo prolisso: riportate il vostro ruolo, le principali mansioni di cui vi siete occupati, l’area cui faceva riferimento il vostro ufficio e il settore in cui l’azienda operava, senza dimenticare la ragione sociale completa e la città della sede.

 

#3 Le conoscenze trasversali sono importanti!

Date valore alle conoscenze acquisite indipendentemente dal percorso professionale: lingue straniere, utilizzo di applicativi informatici o linguaggi di programmazione.
Se avete conseguito attestati, inseriteli; qualora abbiate degli hobbies che coltivate regolarmente potete indicarli: mostrerete così di essere persone attive, che amano coltivare interessi nel proprio privato senza smettere mai di migliorare e arricchirsi.

 

#4 Le soft skills contano!

E’ importante anche mettere in luce quelli che secondo voi sono i vostri punti di forza a livello relazionale, come ad esempio l’attitudine a lavorare in team, il possedere uno spirito collaborativo, l’essere proattivi: in modo che il selezionatore possa farsi un’idea di come vi rapportate ai colleghi.

 

#5 Personalizzate il CV

Non dimenticate, infine, di personalizzare il cv a seconda dell’azienda cui lo inviate o di ciò che è richiesto nell’annuncio al quale rispondete, mettendo in evidenza il più possibile tutti i punti che corrispondono alla ricerca.

 

#6 Tutto a norma di legge!

Fondamentale è l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, in calce, con un esplicito riferimento al Decreto Legislativo 196/2003.

 


E se siete privi di esperienze lavorative?

Non scoraggiatevi!

Obiettivo del curriculum è quello di farvi conoscere e mettere in risalto non solo le vostre conoscenze, ma anche le vostre attitudini e potenzialità.

Perciò elencate tutto ciò che possa dare un quadro di voi: viaggi di studio, percorsi formativi extra scolastici, esperienze di volontariato.

722

You may also like