Unified Communications

WILDIX RIVOLUZIONA LE UNIFIED COMMUNICATIONS CON LA REALTÁ VIRTUALE

Wildix rivoluziona il posto di lavoro, combinando le Unified Communications alla realtà virtuale. Scopri i benefici di questa esperienza immersiva a 360°.

Oggigiorno per alcuni settori non esiste più un luogo fisico e definito per lavorare, mentre per altre professioni viene ancora richiesta una staticità continua per tutto il giorno.
Grazie però alle nuove tecnologie, il metodo di lavoro e la capacità di relazionarsi all’interno della propria Azienda si stanno evolvendo.

Unified CommunicationsWildix, multinazionale operante nel campo delle Unified Communications, vede come obiettivo principale il miglioramento delle condizioni di lavoro nelle aziende.
In questo modo vengono assicurate prestazioni più salutari e flessibili che, di riflesso, garantiscono una maggiore efficienza e aumento della produttività.

Da queste riflessioni è nata la rivoluzionaria idea di connettere la realtà virtuale al software di Collaboration di Wildix, grazie all’utilizzo di WebGL, una libreria grafica che fornisce un’API di grafica 3D per i browser web.
Indossando il casco 3D, l’operatore “entra” letteralmente nel sistema di comunicazione.
In questo modo diventa possibile gestire le chiamate in ingresso e i trasferimenti con semplici movimenti delle braccia.

 

Unified CommunicationsLo spiega Dimitri Osler, CTO di Wildix: “Abbiamo associato alle operazioni più frequenti quei movimenti in grado di portare benefici agli arti e all’apparato scheletrico.
L’obiettivo è quello di unire, in una specie di Tai Chi semplificato, produttività e allenamento muscolare.
Ad esempio se arriva una chiamata, visibile come una sfera, l’operatore può allungare il braccio davanti a sé e portarlo verso il petto per poi, sempre con i movimenti di braccia e mani, scorrere la lista dei colleghi e attivare quello a cui trasferire la chiamata.”
Le icone dello stato presenza dei colleghi si trasformano quindi in veri e propri oggetti tridimensionali con cui sarà possibile interagire in diverse modalità.


Le rubriche si scorreranno muovendo la mano, i messaggi di testo si scriveranno grazie ad una tastiera virtuale completamente personalizzabile.


Inoltre eliminando gli intermediari fisici, come mouse e tastiera, che rallentano la trasmissione del comando, si garantirà velocità e tempestività nel compiere le classiche azioni di routine.
Il tempo impiegato per ogni singola azione viene così dimezzato, in quanto il gesto viene interpretato simultaneamente dal sistema.

Per evitare però un’eccessiva esposizione dell’operatore alla realtà virtuale, il dispositivo è stato ideato per imporre delle pause.
I lavoratori possono così alternare l’esperienza Virtual 3D con la classica versione desktop per compiere dell’attività fisica, seppur minima, che porti benefici di salute.
L’esperienza è quindi a 360° e totalmente immersiva.

Il casco 3D applicato alle Unified Communications sarà quindi la prima versione di quel futuro che si fa sempre più vicino. Un futuro che, con qualche nota di leggerezza e svago, potrà rendere un po’ meno “alienante” il lavoro di un operatore.

 

Vuoi migliorare il benessere dei tuoi collaboratori ed aumentare la loro produttività?

Valore BF in qualità di partner Platinum Wildix, prima multinazionale a portare la realtà virtuale nelle Unified Communications, mette a disposizione esperti del settore per farti conoscere tutti i benefici di questo servizio.

139

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *